Città di Legnago
Provincia di Verona

Fattore Famiglia


Cos'è
 
 

La Giunta Regionale ha approvato di avviare, presso gli Ambiti Territoriali Sociali, una sperimentazione del “Fattore Famiglia” ai servizi alla prima infanzia.

In applicazione della norma regionale è possibile presentare domanda per l’ottenimento di Voucher per la frequenza dei servizi alla prima infanzia mediante applicazione sperimentale del “Fattore Famiglia” che consiste in una rideterminazione dell’ISEE nazionale sulla base di precise scale di equivalenza.

In presenza dei requisiti richiesti e in caso di valutazione positiva dell’istanza potrà essere concesso Voucher al richiedente. Il Voucher si sostanzierà in contributo, a titolo di rimborso, minimo di euro 200,00 e massimo di euro 600,00, per minore, per la frequenza dei servizi per l’infanzia (0-3 anni) . L’importo del contributo è in funzione dell’applicazione del “Fattore Famiglia” e decresce linearmente da euro 600,00 fino ad un minimo di euro 200,00. 

I contributi di cui sopra sono cumulabili con eventuali altri contributi disposti per i medesimi fini.

 


A chi si rivolge

 

Possono presentare richiesta tutti coloro che:
1. sono cittadini italiani oppure cittadini comunitari oppure cittadini extracomunitari in possesso di idoneo titolo di soggiorno oppure cittadini stranieri aventi lo status di rifugiato politico o lo status di protezione sussidiaria;
2. hanno la residenza nel territorio regionale del Veneto;
3. convivono con il minore, anche adottato o in affidamento, frequentante, dal giorno 1.9.2021 e per mesi 2 anche non consecutivi, i servizi educativi all’infanzia riconosciuti dalla Regione del Veneto ai sensi della L.R. n. 32/1990, L.R. 22/2002 e L.R. 2/2006 (decreto 44 del 12 agosto 2021 del Direttore u.o. Famiglia, Minori, Giovani e Servizio Civile - BUR 122 del 10 settembre 2021). Figlio e genitore/genitore adottivo/genitore affidatario richiedente devono essere coabitanti e avere dimora abituale nello stesso comune, eccetto il caso in cui la domanda venga presentata dal legale rappresentante per il genitore minorenne o incapace di agire per altri motivi;
4. non hanno carichi pendenti ai sensi della L.R. n. 16 del 11 maggio 2018, “Disposizioni generali relative ai procedimenti amministrativi concernenti interventi di sostegno pubblico di competenza regionale”;
5. sono in possesso di attestazione ISEE in corso di validità non superiore a euro 20.000,00. L’attestazione deve contenere nella sezione “Nucleo familiare” il minore iscritto ai servizi all’infanzia riconosciuti dalla Regione del Veneto ai sensi delle disposizioni di cui sopra. 


 

Come si ottiene

 

Al contributo si accede esclusivamente attraverso il link  https://survey.econlivlab.eu/257931?lang=it

Come da DGR 1609/2021, l’accesso al contributo è in funzione dell’ordine cronologico di arrivo delle domande di contribuzione e delle risorse stanziate.


 

Tempistiche

 

Le domande devono essere presentate online nel periodo compreso dal 12 settembre 2022 al 15 ottobre 2022 attraverso il link https://survey.econlivlab.eu/257931?lang=it
Le domande presentate online prima del 12 settembre non saranno ritenute valide.

L’Amministrazione comunale si riserva la facoltà di attivare controlli a campione sulla veridicità dei requisiti dichiarati nell’autocertificazione.


 

Altre informazioni
 


Per ulteriori informazioni visita il sito del tuo comune di residenza

 

Normativa:

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1609 del 19 novembre 2021

Legge regionale n.20/2020 Interventi a sostegno della famiglia e della natalità

torna all'inizio del contenuto